“Il padre”, film di Fatih Akin, alla nona edizione delle “Giornate del Cinema del Mediterraneo” di Iglesias

locandina umanita in viaggio

Buonasera e chiediamoci un perché.

Perché, ad esempio, possiamo di nuovo, finalmente, godere del cinema e di quello di qualità ad Iglesias?

Perché ci sono persone che ci credono da almeno nove anni, lavorando con passione e amore verso la settima arte[1]alla preparazione e realizzazione della nona edizione delle “Giornate del Cinema del Mediterraneo”, ad Iglesias presso il Centro Culturale – Casa del Cinema di Iglesias, in via Cattaneo (ingresso in via Amelia Melis de Villa), dal 15 novembre al 2 dicembre, col tema (attualissimo secondo il parere di chi scrive) “Umanità in viaggio”.

Così capita di assistere ad un bellissimo film, “Il padre”( regia di Fatih Akin, 2015, in calce il link al trailer), che non ti aspetti; non ti aspetti il suo respiro quasi biblico, non ti aspetti la fotografia eccezionale, la bravura del protagonista e la solidità di una storia, bella come poche storie sanno essere.

L’argomento è di quelli tosti, mostra senza troppi fronzoli e dal punto di vista – una volta tanto – degli sconfitti il genocidio (riconosciuto di recente anche da Papa Francesco) del popolo armeno, consumatosi nei primi decenni del ventesimo secolo.

Da qui parte la disperata ricerca di due ragazze da parte del loro padre, sopravvissuto quasi per miracolo al proprio assassino, che sarà il primo ad aiutarlo, attraverso mezzo mondo.

I primi luoghi che il protagonista attraverserà a piedi sono tristemente famosi e incredibilmente attuali, come Aleppo o il Libano che proprio in questi giorni rischia di incendiarsi da un momento all’altro.

Non starò qui a raccontare il film, non è assolutamente il caso e non è giusto, ma mi fermerò a dire che si tratta – anche – di una pellicola “on the road” sui generis, ripeto proposta da un punto di vista inconsueto e non… A stelle e strisce come siamo abituati a vedere.

Da aggiungere la comodità della sala blu del centro culturale, l’ottima visibilità e l’altrettanto alta qualità dell’audio.

Tutto questo, badate bene, gratis.

Ad Iglesias, da metà novembre ai primi di dicembre 2017.

L’organizzazione della rassegna è curata da:

C.I.C ARCI – Iglesias – Casa del cinema e della Cultura c/o Centro Culturale via Cattaneo Iglesias; col patrocinio del Comune di Iglesias Assessorato alla Cultura, Regione Autonoma della Sardegna, Assessorato Pubblica Istruzione, Beni culturali, Informazione, Spettacolo e Sport, UCCA Unione Circoli del Cinema Arci; con il contributo di Poste Italiane; le collaborazioni di: C.S.C.  Società Umanitaria Carbonia – Iglesias, Cineteca Sarda Società Umanitaria, ARCI Sardegna, Unione Circoli del Cinema ARCI, Federazione Italiana Circoli di Cinema, Associazione “dallamente&dallemani – sviluppo locale sostenibile”, Società Operaia Industriale di Mutuo Soccorso Iglesias, Sardegna Teatro, Casa Emmaus, Associazione Arci “La gabbianella fortunata”, CELCAM – Centro per l’Educazione ai linguaggi del Cinema degli Audiovisivi e della Multimedialità”

Davide De Vita

https://www.youtube.com/watch?v=CsfjL3CJQW0

[1] Le Arti, prima dell’avvento del cinema, erano sei e la loro origine si perde nella notte dei tempi; con l’avvento della cinematografia il cinema fu così chiamato semplicemente perché fu l’ultima ad essere inventata tra le forme artistiche e di spettacolo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...