Italia a cinque stelle.

 

Vittoria del M5S

Buongiorno e chiediamoci un perché.

Se lo staranno sicuramente chiedendo in molte segreterie di partito, stamattina, davanti alla palese, indiscutibile vittoria del Movimento 5 Stelle che raggiunge – l’hanno fatto notare in molti – percentuali democristiane diventando il primo partito in Italia.

Non ho votato per loro, faccio parte degli sconfitti, però in democrazia il dato dei voti (nonostante non sia ancora completo, non credo cambierà la sostanza) è inoppugnabile e, come nel calcio, chi segna di più vince.

Orfani del calcio come siamo per la scomparsa del povero Davide Astori (tra parentesi che tristezza morire a trentun anni nel pieno della carriera) mi trovo a commentare, come immagino in tutti i bar d’ Italia – isole comprese – il voto di ieri.

Non è mia abitudine salire sul carro dei vincitori, per cui non lo farò, puntando invece l’attenzione sugli sconfitti.

Tra questi, come sempre a mio modestissimo parere, ci sono senz’altro Renzi e il “suo” PD, ma anche gli illusi Bersani, Grasso e C., dove  per “C” si intende fortemente lo spocchioso D’Alema.

A destra, come profeticamente ha sbandierato (per usare un eufemismo…) la << Femen>> presentatasi al seggio dove ha votato Berlusconi, lo sconfitto, lo “scaduto” è proprio lui, con la peggiore performance di Forza Italia di sempre, superata dalla pimpante Lega di Salvini.

Male anche, tra gli altri <<minori>>, la Bonino con il suo << + Europa>>: l’appello << Amatemi meno, votatemi di più. >> non è stato evidentemente ascoltato.

Ora, come riportano tutti i giornali e gli immancabili analisti – ripeto: personalmente mi colloco all’altezza … Del bancone del bar, un caffè caldissimo e una pasta qualsiasi con marmellata, grazie. – sarà un rompicapo pazzesco creare una maggioranza stabile, in quanto l’unica possibile, << pallottoliere>> alla mano, sembrerebbe proprio M5S + Lega, che raggiungerebbe e supererebbe la fatidica soglia dei 316 seggi (alla camera, se non ho capito male).

Questa la politica di queste ore, ma ci sono molte altre sfide che la Storia pone di fronte a vincitori e vinti.

Come detto, del M5S parleranno tanto e in tanti, ma… Che fine ha fatto la sinistra? Esiste ancora? Ha un senso? E, se esiste, non si rende conto di essersi allontanata tantissimo da quello che una volta si chiamava paese reale?

Non solo: questa è una ennesima spallata all’Europa e all’idea stessa che se ne ha, ma come un cane che si morde la coda, così come stanno le cose oggi, proprio con quella stessa Europa il futuro governo – qualunque futuro governo – dovrà fare i conti. 

I problemi di ogni giorno – perché di questo si tratta, non di altro, stringi stringi – li conosciamo benissimo tutti, ahimè, terrorizzati come siamo da qualunque cosa diversa da un volantino pubblicitario si manifesti nella nostra cassetta delle lettere (quella vera, non della posta elettronica…).

La crisi economica che non sembra affatto terminata nonostante i proclami, la disoccupazione giovanile ma non solo, il lavoro nero e in nero, la corruzione senza confini e senza colori, giusto per citare le prime – da decenni sempre le stesse… – cose che vengono in mente, sono tutti temi che, perdonate il francesismo, fanno girare i coglioni a chiunque.

La sensazione, dopo decenni di vita malvissuta, è che gli italiani abbiano pensato:

<< Proviamo con questi che almeno il computer lo sanno usare. >>

Però, come dicevo, è solo la mia solita e magari sbagliata opinione.

Il resto è fatto di politici di professione – sconfitti – che pur mostrandosi sorridenti davanti alle telecamere, si leccano le ferite e si stracciano le vesti nelle segrete segreterie dei loro partiti…

Speriamo di salvarci, tutti.

Davide De Vita

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...