“Signore da chi andremo?” (sullo sgombero del CARA di Castelnuovo di Porto)

signore dove andremo

Buon pomeriggio e continuiamo a chiederci uno, dieci, cento, mille perché.

Perché oggi raddoppio coi post? Perché è necessario, indispensabile, è un modo non violento di combattere, di resistere, di pensare, di NON rimanere indifferente a tutto ciò che vedo, sento, leggo.

Perché ieri ho rivisto con Rita un bellissimo documentario su un “signore” che si chiamava Martin Luther King Jr ed è morto ammazzato per le sue idee e per la sua gente.

Perché siamo nella Settimana della Memoria ma pare che un sacco, troppa gente non ricordi proprio nulla, non voglia ricordare, si rifiuti di imparare la lezione durissima della Storia.

Perché oggi Salvini – grazie Mattarella o chiunque c’ abbia pensato – è stato accolto da un corazziere di colore, ma chi se ne frega del colore, siamo nel duemila diciannove e quel ragazzone alto più di due metri è un italiano come me, come voi e a me sta proprio benissimo.

Perché ho ricevuto da una chat una lettera disperata che non posso non postare, per quel poco che possa contare e perché m’hanno insegnato certi valori e con tutti i miei limiti provo ad insegnarli, con l’esempio e la testimonianza prima di tutto, ad altri.

Perché non ho figli ma se ne avessi non vorrei mai arrivare, un giorno, a dovermi sentir dire, vergognandomi:

<< Succedevano tutte queste cose e non hai fatto niente? Sai scrivere, perché non hai scritto nulla? Avevi Internet, perché non hai diffuso le tue idee, anche se scomode, anche se i tempi non erano tra quelli più favorevoli? >>

Ecco perché posto due volte oggi e posto anche la lettera, che è la seguente:

Messaggio di Linda Bussotti impiegata del Comune di Castenuovo di Porto (RM)

“Salve. Mi trovo in una situazione incredibile. Lavoro nel Comune di Castelnuovo di Porto, dove c’è il secondo centro rifugiati più grande d’Italia. Martedì 22.01.2019 il Ministero dell’Interno manderà l’esercito (?) a sgomberare il centro rifugiati che si trova nel Comune dove lavoro. Verranno portate via 320 persone. Sono stati divisi per uomini, donne e bambini…….mi ricorda qualcosa……Nessuno sa che fine faranno, né sindaco né Comune, né i rifugiati stessi. Non hanno voluto dircelo. Non c’è stata nessuna comunicazione. Il tutto è stato organizzato in 24 h. Sappiamo solo che i ragazzi verranno dislocati in altre Regioni, ma non sappiamo dove li ricollocheranno, in quale città, in che tipo di struttura… I migranti sono stati avvisati solo oggi che domani mattina alle 09:00 verranno portati via, dopo anni di integrazione, e dovranno lasciare i loro alloggi. Molti non hanno nemmeno la valigia. Qui erano stati fatti progetti di integrazione che avevano funzionato benissimo. I bambini dovranno interrompere gli studi (c’è chi era arrivato alle seconda media). Chi aveva trovato lavoro dovrà lasciarlo. Ci sono donne che sono state vittime di ogni sorta di abuso e di Violenza e molte hanno un bimbo con sé. Chi verrà portato via perderà il diritto di difendersi perché l’avvocato è di nomina regionale e cambiando Regione…… Verranno sul tg24 e Rai tre in mattinata. Domani sarà l’unico giorno in cui i riflettori saranno accesi anche su chi non è d’accordo. Stiamo organizzando una marcia silenziosa che partirà alle 17:00 dalla Chiesa di Santa Lucia, Via Tiberina Km 14 (sul navigatore si può mettere piazzale Santa Lucia). La marcia silenziosa non ha nessun colore politico, NESSUNO. Parteciperà il parroco. Il vescovo è già venuto qui a passare il Natale. Per capirci questo centro è quello dove il Papa si è recato a fare la lavanda dei piedi a Pasqua di qualche anno fa. Vi sarei grata se qualcuno partecipasse e volesse coinvolgere altri perché sarà l’unica volta in cui avremo l’occasione di comunicare il profondo dolore nel vedere esseri umani trattati come bestie. Ribadisco la marcia sarà silenziosa e senza nessun simbolo distintivo di appartenenza a qualche gruppo.”

Lo sgombro purtroppo è avvenuto nel quasi silenzio totale delle TV.

Aiutatemi a condividere questa lettera.

Commentato e riportato da

Davide De Vita

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...